Il principio di successione faunistica

Il principio di sovrapposizione, secondo cui,

in una sequenza di strati, ogni strato è più giovane rispetto a quello su cui poggia ed è più vecchio di quello che giace sopra

ha posto le basi per la definizione di una cronologia relativa della storia del mondo, che permette di individuare l’ordine in cui si sono succeduti certi eventi geologici a partire dalle unità cronostratigrafiche, corpi rocciosi formatisi in un dato intervallo di tempo.

Nessuna regione al mondo ha conservato gli archivi completi del suo passato e, anche se così fosse, i documenti più antichi si troverebbero a profondità inaccessibili.

Le sequenze stratigrafiche assomigliano così a un vecchio manoscritto, le cui pagine siano state stracciate e sparpagliate.

Ci troviamo perciò in presenza di frammenti che, come i pezzi di un rompicapo, devono essere sistemati nell’ordine giusto prima che appaia l’immagine.

SFSteve

Fonte: SFSteve

La scoperta di un metodo per il riconoscimento degli strati con la stessa età ma situati in regione differenti, indispensabile per poter stabilire una sequenza teorica completa e valida per tutto il mondo, si deve a William Smith (1769-1839) geometra inglese che lavorò alla costruzione di un grande sistema di canali nell’Inghilterra meridionale.

Nell’esercizio delle sue funzioni, Smith aveva avuto occasione di percorrere in tutti i sensi una vasta regione, nella quale gli strati rocciosi in evidente successione si sprofondavano con debole inclinazione sotto il bacino di Londra.

Poiché queste rocce erano utilizzate per le costruzioni, Smith acquistò familiarità con le caratteristiche delle singole formazioni rocciose e assegnò loro anche dei nomi, molti dei quali sono ancora in uso.

Smith inoltre. come hobby, collezionò fossili, classificandoli secondo la località di provenienza. In questa maniera, scoprì che ogni strato roccioso conteneva una certa specie di fossili, non osservabile negli strati sottostanti né in quelli sovrastanti, che quindi identificava lo strato stesso.

Immagini di fossili dal libro di William Smith

Immagini di fossili dal libro di William Smith

Smith riuscì così a mettere in relazione tra loro affioramenti rocciosi distanti anche centinaia di km gli uni dagli altri ma caratterizzati dalla stessa successione verticale di specie fossili (correlazione stratigrafica).

In questa maniera riuscì a definire gli strati dell’Inghilterra e riportarli su una carta geologica rimasta fino ai nostri giorni sostanzialmente invariata.

WILLIAM "STRATA" SMITH ON THE WEB

Fonte: WILLIAM

Smith però non aveva idea del perché le faune variassero da uno strato all’altro.

La spiegazione si ebbe nel 1859, quando Charles Darwin (1809-1882), pubblicò la sua opera L’origine della specie in cui era formulata la teoria dell’evoluzione organica.

Divenne allora evidente che, siccome le forme di vita si erano progressivamente modificate nel tempo, solo i sedimenti depositati in un lasso di tempo limitato potevano contenere faune identiche o molto simili.

Inversamente, rocce contenenti faune identiche o molto simili, anche se situate in regioni distanti fra loro, dovevano appartenere pressapoco alla stessa epoca.

Questo permise di formulare un altro principio fondamentale per la stratigrafia: il principio di successione faunistica, secondo il quale la vita di ogni periodo della storia terrestre ha caratteristiche peculiari.

Pertanto, attraverso lo studio dei fossili (ed in particolare dei cosidetti fossili guida), è possibile giungere alla ricostruzione di una sequenza cronologica completa della storia terrestre, nota come scala dei tempi geologici.

Un ottimo fossile guida per il Paleozoico è il Trilobite, qui rappresentato da un esemplare di  Scabriscutellum furciferum proveniente dal Marocco.

Un ottimo fossile guida per il Paleozoico è il Trilobite, qui rappresentato da un esemplare di Scabriscutellum furciferum proveniente dal Marocco.

Annunci

3 Responses to Il principio di successione faunistica

  1. michelatriggiani ha detto:

    ^__^ evviva è venuto benissimo! Grazie Maria Grazia!!

  2. marianorizzo ha detto:

    Bravissima Michela 🙂 Salvo in Word.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: