E’ giusto o no imparare a memoria?

Anche quest’oggi (7 aprile) durante la lezione,la prof.ssa ci ha dato uno spunto per riflettere. Si parlava del cambiamento del sistema scolastico, di come in passato si era soliti imparare a memoria, non solo poesie in versi,ma anche testi in prosa; e la prof.ssa ci ha posto la domanda: “E’ giusto o no imparare a memoria?”.

L’atto dell’imparare a memoria riprende l’antica attività degli aedi, che vivevano recitando a memoria di posto in posto dei versi. La memoria va allenata, costantemente. E’ certo però che quando alle scuole elementari mi dicevano di imparare a memoria una poesia, non lo facevo con molta voglia, soprattutto perchè si trattava di imparare a memoria per poi ripetere come una macchinetta… e questo a mio parere non è molto utile…voi che ne pensate?

Annunci

10 Responses to E’ giusto o no imparare a memoria?

  1. Maria Grazia ha detto:

    La risposta non è sicuramente semplice ma, credo, che ci siano cose che ti avvantaggiano se le sai “a memoria” ed altre che risultano una tortura inutile.

    Esempi:
    1) quando facevo il ginnasio, la mia prof ci fece imparare a memoria un innumerevole numero di pagine di paradigmi di verbi irregolari. La fatica non fu indifferente però questo mi permetteva di comprendere il significato generale di un brano di latino senza vocabolario nonché di intuire il significato di parole italiane che non conoscevo dalla loro radice;

    2) sempre nel periodo dell’adolescenza, imparavo (senza che nessuno mi costringesse a farlo 🙂 ) a memoria delle poesie degli autori che mi piacevano di più perché così potevo “rileggerle” ovunque volessi;

    3) all’università (ed è così ancora adesso) ho sempre avuto enormi difficoltà a imparare “a macchinetta” le cose che alcuni prof volevano sentire soprattutto se erano (per me 😉 ) senza significato o, peggio, insulse. Le rare volte in cui ho dovuto subire questa tortura la mia mente si è subito vendicata cancellando tutto nel giro di una settimana!

    Il tutto 🙂 per concludere che, per me, c’è differenza tra imparare a memoria e imparare a macchinetta 😉 .

  2. giovanna26 ha detto:

    Sembrerà strano ma io ho sempre imparato le mie poesie preferite con grande piacere, dal classico “sabato del villaggio” ad alcuni passi della Divina Commedia. E a renderle piacevoli influisce sicuramente la loro musicalità e la ricchezza di immagini che possono evocare. Inoltre credo che le “citazioni d’autore” rendano il discorso più articolato e interessante, sempre aperto a nuovi spunti, mentre altre volte riescono ad esprimere in una sola formula ciò che non sapremmo dire con parole nostre.
    Ovviamente imparare a macchinetta è completamente diverso e sono pienamente d’accordo con la Dott.essa Fiore, quello che abbiamo imparato “con la forza” prima di un esame viene rimosso nel giro di qualche giorno, se non di qualche ora!

  3. Olga ha detto:

    Non avevo pensato a questa differenza, che effettivamente è reale.Il problema è che io durante le scuole medie non imparavo con la finalità di facilitarmi qualcosa ma semplicemente per ripetere a macchinetta,il che non ha nessuna utilià se non quella di esercitare la memoria…per piacere personale imparai a memoria una poesia di Emily Dickinson, che considero una poetessa a dir poco magnifica. La poesia si chiamava “Non avrò vissuto invano”. La conoscete? Se per caso non l’avete mai letta ve la consiglio 🙂

  4. Nika ha detto:

    Ciao,anch’io quando frequentavo le superiori ero costretta a imparare poesie a memoria delle volte anche molto lunghe,con il solo scopo di ripeterle il giorno seguente a macchinetta.Ma nn ha alcun senso imparare a memoria anche perchè si tende a dimenticare tutto,ritengo che sia molto più utile imparare,resta anche più impresso in memoria.

  5. Maria Grazia ha detto:

    Comunque l’importante è non confondere l’imparare a memoria con il ripetere fedelmente parole/concetti che non si capiscono…

    Una formula di algebra deve essere imparata a memoria, un paradigma irregolare anche. Ma non certo per limitarsi a ripeterli “a macchinetta” perché questo non significa saper applicare la formula o tradurre una versione.

    Non essere in grado di spiegare cosa si sta dicendo (incidente abbastanza frequente durante gli esami) significa aver imparato a memoria. Se dovessi fare una casistica grossolana, direi che ci sono un sacco di persone che preferiscono sforzarsi di imparare a memoria le cose piuttosto che rielaborarle e farle loro.

    O no?

  6. francarosa ha detto:

    Si ci sono tante persone che imparano a memoria senza capire nulla di ciò che stanno dicendo, e sinceramente la ritengo una cosa assurda…Comunque, per quanto riguarda le poesie, o altri brani, l’imparare a memoria non è per nulla inutile in quanto, allena la memoria proprio come esercizio e parte fondamentale della ragione di un uomo, e inoltre, per quanto mi riguarda, mi ha aiutato tantissimo nel ricordare sia concetti che immagini, facilitandomi lo studio di qualsiasi tipo di argomento. E’ vero che i bimbi e i ragazzi liceali lo ritengono un esercizio secondario, ma se effettuato con intelligenza, si rivela tutt’altro che superfluo.

  7. miriana ha detto:

    Sono concorde sul fatto che la memoria va esercitata,e quindi se memorizzare e fare nostre delle poesie ci aiuta che ben venga…anche se devo ammettere che molte volte quando leggo dei libri o delle poesie preferisco sottolineare tutto ciò che mi colpisce particolarmente e poi lo trascrivo….e lo rileggo ogni volta che ne ho voglia…ovviamente ricordo il concetto di ciò che ho sottolineato però non parola per parola….immagino che questo sia un male….ma questi forse sono gli effetti della scrittura…

  8. Laura ha detto:

    E’ sicuramente importante allenare la memoria, ma se si e’ coscienti di cio’ che si memorizza. Per imparare a memoria si spendono tante e nergie e si annulla la logica, ed e’ logico che raggiunto lo scopo dello sforzo, di cio’ che si e’ memorizzato non rimane piu’ nulla. cio’ che si impara a memoria ha bisogno di un’ analisi profonda, solo cosi’ rimarra’ in noi per sempre .

  9. tina ha detto:

    E’ chiaro che se per “imparare a memoria” presupponiamo un processo cognitivo,concordo pienamente sull’utilità del farlo. Credo che parte della colpa della sempre più grande incapacità di comunicare e veicolare correttamente messaggi verbali sia in parte imputabile alla mancanza di allenamento della memoria…se non c’è memoria non c’è dialettica, se non c’è dialettica non c’è possibilita’ di fare un discorso organico.
    Imparando a memoria testi di canzoni, poesie, frasi in prosa..o semplicemente una sequenza di cose che oltre a coinvolgerci possono anche giovarci,teniamo in allenamento questo strepitoso congegno che la natura ci ha dato(cervello)..e lo arricchiamo di dati e informazioni che al momento opportuno ci vengono in aiuto. Cosa sarebbe un comico senza memoria? O un politico,o un professore…ecc..
    Con uno sguardo più attento ci si rende conto che la capacità di comprendere e di farsi comprendere aumenta con la memoria e un uso consapevole della lingua.
    Imparare versi aiuta a sviluppare questa capacita’.
    Il mio strumento di apprendimento mnemonico preferito è il testo delle canzoni.(quelle d’autore s’intende!)

  10. Olga ha detto:

    Indubbiamente le formule matematiche e roba simile vanno imparate a memoria (che poi io non le capisca lo stesso è un’altra cosa 🙂 ),però io sono stata costretta ad imparare a memoria appunti presi da un professore perchè per superare l’interrogazione lui voleva sentirsi dire le sue stesse parole!!Ditemi questo è utile?E’ a questo che mi riferivo quando parlavo dell’imparare a macchinetta…e di tutto quello non mi è rimasto niente!!Che poi imparare a memoria una poesia serva ad allenare la memoria, su questo non ci sono dubbi!! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: